Main content

 

 

 

 

 

 

Il gioco del potere e della responsabilità

 

 

Su un filo assai sottile,

sorretto dalle cime da due loschi individui

segnati dal potere,

sedevo accovacciata, guardando preoccupata,

il cumulo fumante

 

sotto al mio sedere.

E mentre uno tirava

e l'altro non mollava.

il cumulo si alzava

con mio gran dispiacere.

Il gioco assai rischioso,

sembrava non finire,

l'olezzo era tremendo

però ve lo assicuro,

che pian pianino

alzandosi con fiera secumera,

si divideva in due.

...e non per cosa vera,

per ricoprir di gloria meritata

chi troppo quella corda avea tirata.